Acqua Pubblica Chieri

Iniziativa dei Cittadini Europei

Il 10 Maggio la Commissione Europea ha accettato l’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) per riconoscere l’acqua e il servizio igienico-sanitario un diritto umano universale, la quale è promossa a livello europeo da EPSU (Sindacato Europeo dei Servizi Pubblici) ed è stata condivisa dalla nascente Rete Europea per l’Acqua Bene Comune e dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua.

L’Iniziativa dei Cittadini Europei è uno dei primissimi passi per la partecipazione dei cittadini alle politiche europee e, questa al diritto universale all’accessibilità dei servizi idrici, è la prima che parte.

Si dovranno raccogliere un totale di un milione di firme in almeno 7 paesi europei e la Commissione Europea deve prendere in considerazione la proposta per legiferare in materia. In Italia la soglia è di 135.000 firme.

Questa specifica proposta esorta la Commissione europea a proporre una normativa che sancisca il diritto umano universale all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari, così come riconosciuto dalle Nazioni Unite, e promuova l’erogazione di servizi idrici e igienico-sanitari in quanto servizi pubblici fondamentali per tutti.
La legislazione dell’Unione europea deve imporre ai governi di garantire e fornire a tutti i cittadini sufficiente acqua potabile e servizi igienico-sanitari di base a prezzi accessibili.

Nello specifico tre sono le richieste presenti nell’Iniziativa dei Cittadini Europei:

  • garantire acqua potabile e servizi igienico-sanitari a tutti i cittadini nell’Unione europea;
  • escludere i servizi idrici dalle logiche del mercato;
  • intensificare il proprio impegno per garantire un accesso universale all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari sull’intero pianeta.

Abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile per raggiungere tutti i cittadini europei. Chiedete ai vostri amici, familiari e colleghi di firmare e promuovere a loro volta questa campagna. Le nostre richieste saranno prese in considerazione solo se riusciremo a raccogliere più di un milione di firme valide. È stata allestita una pagina dedicata all’iniziativa e alla raccolta firme www.right2water.eu.

La campagna è uno strumento per affermare l’impegno verso il diritto umano all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari. È uno strumento per un cambiamento di mentalità in seno alla Commissione europea, una svolta dall’attuale impostazione basata sulla concorrenza e orientata al mercato a un approccio fondato sui diritti e incentrato sul servizio pubblico. Mira a garantire un accesso universale (sull’intero pianeta) all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari e a salvaguardare le limitate risorse idriche pubbliche a beneficio delle generazioni future.

L’acqua è un bene comune … in tutta Europa!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: