Acqua Pubblica Chieri

Quel full cost recovery

La remunerazione del capitale investito nulla c’entra con i costi di manutenzione, di rifacimento, di miglioramento della rete idrica. Nella lettura della bolletta c’è la spiegazione di tutto ciò: la tariffazione della bolletta sull’acqua si basa sul cosiddetto full cost recovery; cioè l’insieme dei fattori che costituiscono il calcolo del costo dell’acqua, contiene la previsione di tutti gli investimenti necessari alla gestione del servizio idrico integrato (manutenzione, depurazione, fognature, costi di ammortamento). Ciò vuol dire che tutti gli investimenti per una gestione della rete idrica sono previsti e stimati a monte e, quindi, valutati a carico dei cittadini con il pagamento delle loro bollette. In altre parole, la copertura integrale dei costi di investimento ed esercizio è a completo carico degli utenti indipendentemente dalla quota di remunerazione del capitale investito.

Oggi la classe politica sta mistificando la realtà, raccontando che, se fossero applicati i risultati referendari, le nostre condotte idriche non avrebbero più i fondi necessari per la manutenzione ordinaria e straordinaria.
Comitato Acqua Pubblica Chieri
Estratto del comunicato stampa Precisazioni su “Acqua: scontro sul referendum”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: