Acqua Pubblica Chieri

Conferenza Stampa per la campagna di ripubblicizzazione

Con i referendum dello scorso giugno gli italiani hanno deciso che l’acqua è un bene di tutti, non una merce.

Dopo quasi un anno i nostri governanti, a Roma e a Torino, sembrano più interessati a privatizzare i servizi pubblici che a rispettare la volontà popolare.

Poiché le istituzioni continuano a non applicare l’esito del referendum, i cittadini riprendono l’iniziativa, utilizzando uno strumento di democrazia diretta, previsto dallo Statuto della nostra Città e della Provincia di Torino: la deliberazione di iniziativa popolare per intraprendere la strada di una gestione del servizio idrico pubblica e partecipata dai cittadini.

E’ già in corso la campagna di Obbedienza civile per imporre ai gestori del servizio idrico (SMAT Spa a Torino e Provincia) di eliminare dalla bolletta dell’acqua la quota di profitto che i referendum hanno abolito.

E’ ora in fase di lancio la raccolta firme su due deliberazioni di iniziativa popolare proposte al Comune e alla Provincia di Torino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: