Acqua Pubblica Chieri

Petizione AVAAZ. Sostieni l’Acqua Bene Comune

A breve si terrà nel Consiglio Comunale di Chieri la discussione e successiva votazione della proposta di delibera di iniziativa popolare riguardante la trasformazione di SMAT S.p.A. in ente di diritto pubblico sottoscritta da oltre 850 chieresi, analoga alla proposta presentata in Provincia e nel Comune di Torino.

Ora tocca al Consiglio Comunale votare la delibera sottoscritta ancora una volta da un così largo numero di cittadini rendendo effettiva la volontà popolare che ha espresso l’intenzione di far uscire dalle logiche del mercato qualsiasi servizio idrico.

Aiutaci a sostenere la proposta che sta approdando nel Consiglio Comunale di Chieri e firma la nostra petizione AVAAZ.

Petizione: Vogliamo la SMAT pubblica e partecipata senza ma e senza S.p.A.

Casa dell’Acqua privata? No, grazie.

Un secondo “punto acqua” che verrebbe istallato e gestito da privati con un erogazione dell’acqua naturale a pagamento?

Come cittadini ci chiediamo come sia possibile che una giunta che ci rappresenta continui con protervia a dimenticare che molti chieresi hanno indicato in più occasioni la loro volontà per un servizio idrico pubblico e che le “case dell’acqua” sono nate sotto la spinta e lo stimolo del pubblico e gestita dal pubblico (anche nei suoi contenuti culturali) per una diminuzione dell’utilizzo del mercato delle acqua minerali, non per creare un nuovo business privato sull’acqua dei nostri acquedotti. Esprimiamo perciò la nostra contrarietà per quella che ci sembra una scelta che si configura chiaramente come una mera operazione commerciale a favore di privati e invitiamo pertanto il Comune ad impegnarsi su altri percorsi lasciando cadere questa proposta che non ci appare vantaggiosa e che risulta sconveniente anche rispetto alle politiche per l’acqua pubblica su cui lo stesso Comune si è più volte impegnato.

Estratto dal Comunicato Stampa Operazione “Business Acqua”

 

Ripubblicizzare si può!

La ripubblicizzazione del servizio idrico integrato s’inserisce a pieno titolo all’interno delle iniziative che strategicamente il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, sin dalla sua nascita e a maggior ragione nell’attuale contesto, intende intraprendere per l’attuazione degli esiti referendari. A questo scopo è stato redatto un documento “Per la ripubblicizzazione del Servizio Idrico Integrato dopo il referendum” in cui si descrive il contesto normativo e si individuano le linee guida per giungere ad una gestione pubblica e partecipativa dell’acqua.

Scarica il documento